spettacoli

Oreste, ci manchi

on .

Oreste LionelloSe ne è andato il grande Lionello, uno dei massimi interpreti dello spettacolo italiano
E’ morto a Roma, dopo una lunga malattia, Oreste Lionello. Aveva 81 anni. La famiglia ha chiesto ed ottenutp una camera ardente in Campidoglio. Lionello era nato a Rodi, in Grecia, nel 1927. Agli inizi degli anni ‘50 aveva intrapreso contemporaneamente la carriera di autore e interprete comico a teatro e quella di doppiatore al cinema. In tv arrivò nel ‘56, ma la sua vocazione era il cabaret che si è espresso dagli anni ‘70, con il gruppo del Bagaglino. Al cinema ha dato la voce a Woody Allen.
A Roma il Bagaglino è stato palestra per comici come Pippo Franco, Enrico Montesano, Pino Caruso e Gianfranco D’Angelo. La compagnia, dalla metà degli anni Settanta si era trasferita con notevole successo anche in tv, prima alla Rai e poi a Mediaset, con spettacoli come Dove sta Zazà (1973), Mazzabubù (1975), Il ribaltone (1976), Al Paradise (1983), Biberon (1987), con cui Lionello & Co. diedero inizio a quella satira politica, per alcuni innocua, fatta di maschere, imitazioni e battute a volte qualunquiste, che ha rappresentato la cifra del gruppo e ha portato in teatro molti politici in carne ed ossa, da Giulio Andreotti, di cui Lionello è stato imitatore principe, ai ‘nemici’ Mastella e Di Pietro.
Molte le soubrette lanciate da Lionello e dal suo gruppo, a cominciare da Pamela Prati e Valeria Marini. Come doppiatore, Lionello ha prestato la voce anche a Jerry Lewis, Peter Sellers, Charlie Chaplin (Il grande dittatore), Marty Feldman e Michel Serrault nella trilogia del Vizietto.
IIl sindaco di Roma Gianni Alemanno ha espresso parole toccanti per un personaggio che il mondo dello spettacolo non potrà mai dimenticare. I funerali si sono svolti alla Ara Coeli alla presenza di tantissimi artisti molti dei quali lo hanno accompagnato nella sua lunga carriera.
Valentina Brattelli

Condividi questo articolo

facebook