spettacoli

CIAO, LUCA

on .

ott-18 Luca Pellegrini 1 - Copia
Se n’è andato giorni fa, dopo aver combattuto contro una lunga malattia, Luca Pellegrini. Sacerdote, giornalista professionista, critico cinematografico e critico musicale, laureato in Lettere alla Sapienza di Roma, era nato a Verona il 17 marzo 1959.

Collaborava con la rivista L’Opera, la Gazzetta del Mezzogiorno, il Corriere dell’Umbria, La Rivista del Cinematografo, il bimestrale 8½,Radio Vaticana. Negli anni passati ha collaborato in qualità di critico cinematografico anche per l’Osservatore Romano e l’Avvenire, e come conduttore e collaboratore per Rai Radio Tre.

È stato tra i promotori del Festival del Cinema Tertio Millennio, organizzato dalla Fondazione Ente dello Spettacolo, struttura con cui nel corso degli anni ha sempre collaborato, anche attraverso articoli e approfondimenti sulle pagine della Rivista del Cinematografo, che proprio sul nuovo numero di ottobre ospiterà – a sua firma – un servizio sul centenario di Leonard Bernstein, geniale compositore a cui si deve, tra le altre cose, il capolavoro West Side Story.

ott-18 photo luca - Copia
É stato inoltre membro della Commissione di selezione della Settimana Internazionale della critica alla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia dal 2013 al 2015. A Torino nel 2015 ha fatto parte della giuria Fipresci.

Come ufficio stampa, nel settore operistico e musicale, ha collaborato con moltissime istituzioni del nostro paese (Teatro Comunale di Bologna, Accademia Chigiana di Siena, Teatro dell'Opera di Roma, Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto, Accademia Filarmonica Romana, Festival Nuova Consonanza, Festival Pontino di Musica, etc) e per diversi protagonisti della lirica (Mariella Devia, Anna Caterina Antonacci, Roberto Frontali, Paolo Coni, Bruno De Simone). Ha pubblicato saggi di approfondimento e interviste agli artisti per i programmi di sala delle principali istituzioni concertistiche e teatri d’opera italiani. Ha curato inoltre l’organizzazione di alcuni concerti di musica sacra per l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia e il Teatro dell’Opera di Roma.

La Fondazione Ente dello Spettacolo e la redazione della Rivista del Cinematografo e Cinematografo.it lo ricorderanno a Castiglione del Lago, dal 4 al 7 ottobre prossimi, in occasione dei 90 anni della Rivista.
_________________________________________________________________________________________________

ott-18 lucapellegrini-e1537782803618.jpg 997313609 
Era davvero una persona rara e con il corredo di una preparazione culturale pregevole; figlia di un’umanità che certamente gli derivava dal sacerdozio. 

È motivo di grande conforto per noi, averlo conosciuto molto tempo fa; quando frequentava il Teatro dell’Opera di Roma e offriva la sua bonaria arguzia nei dialoghi con il Direttore musicale Gianluigi Gelmetti, ai quali qualche volta eravamo presenti e con qualche frecciatina all’ottimo Direttore.

Con Luca, no: c’era un rispetto assoluto e notevole garbo, per la diversa età, noi quasi venti anni di più, ma ogni nostro incontro, di lavoro, alla Filarmonica e non soltanto, era proficuo, spero per entrambi.

Di assoluta professionalità e preparazione, avrebbe potuto, per decenni ancora, lasciare la sua impronta preziosa nelle arti che curava con tanta competenza.

Perciò, di fronte a questa dolorosa scomparsa, la solita eterna domanda: perché? 
 
Sergio Murli

Condividi questo articolo

facebook