Stampa

ORNAMENTA - ADRIA, fino al 22 ottobre

on .

ago-17 invito-Adria-gioiello-x-web

Museo Archeologico Nazionale di Adria (RO) 


ORNAMENTA

 
Gioielli tra storia e design 
(Adria, fino al 22 ottobre 2017)
 
 
 



DOVE: 
Antisala “F.G.Bocchi” del Museo Archeologico Nazionale di Adria 
Via Badini, 59 - 45011 Adria (RO) 
Tel/fax 0426.21612 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  
 
La mostra sarà visitabile tutti i giorni dalle 8.30 alle 19.30 gratuitamente con il normale biglietto di ingresso al museo: 4 euro intero, 2 euro ridotti dai18 ai 25 anni. L’accesso al museo è gratuito per i bambini e ragazzi fino ai 18 anni.
 
Non servono solo a renderci più belli. I gioielli, nel corso della storia, sono stati ricoperti di molteplici significati: beneauguranti, magico-religiosi, status simbol. Hanno sempre accompagnato, e ancora accompagnano, donne e uomini nelle tappe più importanti della vita.
 
Tuttora si può vedere al Museo Archeologico Nazionale di Adria la mostra ORNAMENTA. Gioielli tra storia e design, visitabile fino al 22 ottobre. Promossa dal MiBACT – Polo Museale del Veneto e dall’Associazione Venice Design Week, con il patrocinio della provincia di Rovigo, dell’Amministrazione Comunale di Adria e del Comune di Rosolina, la mostra affiancherà ad alcuni gioielli antichi, solitamente conservati nei depositi del museo e di recente restauro, i lavori di giovani designer contemporanei selezionati da Venice Design Week. L’allestimento è stato curato con l’obiettivo di mettere in dialogo i gioielli contemporanei con i monili dell’antichità: le relazioni che le varie sezioni della mostra stabiliscono con gli splendidi e rari reperti del museo contribuiscono alla lettura degli oggetti stessi e partecipano alla loro valorizzazione.
 ago-17 orecchini light - Copia
A rappresentare l’antichità la direzione del museo ha scelto di trarre dai depositi alcuni splendidi orecchini d’oro a filo ritorto e granulazione, di età etrusca, perle in pasta vitrea, pendenti in oro e anelli di età romana, mentre tra i designer contemporanei Venice Design Week ha selezionato per le diverse sezioni dell’esposizione i lavori di: Rita Martinez originaria della Costa Rica, seconda selezionata al concorso VDW2016 con Kalliope Theodoropoulou designer greca, reinterpreta, nella sezione dedicata al cuore, un elemento naturale della sua terra natale che diviene centro di vita e ala; Renata Manganelli lavora con oro e porcellana e presenta l’anello “Pierce my heart” che richiama alla mente il classico anello a sella presente al museo. Alessandra Pasini con OSS Bus collezione in cui l’ossobuco lavorato è associato ai metalli preziosi, ripercorre epoche in cui i gioielli erano in osso e sceglie di scolpire alla ricerca di forme pure e semplici; Alessandra Gardin, abile con le perle veneziane ha presentato con Giovanni Di Vito un “nodo” cuore, gioiello che reinterpreta il centro delle nostre funzioni vitali. Per la sezione trasparenze citiamo Anna Fanigina designer lettone i cui anelli con acquamarine e quarzi sono incisi con buoni auspici in greco, ispirati da scavi archeologici. Seguono altri progetti di Giuliana Di Franco, Marta Montesi, Yunjung Lee (Corea) che hanno in comune l’attenzione per il dettaglio nella ricerca della perfezione minuziosa. Per la sezione denominata “tra passato e futuro” Andrea D'Agostino, artigiano conosciuto oltre i confini nazionali per l’abilità nella tecnica del Mokume Gane, ci fa sognare tra i riflessi dei diversi metalli, il gruppo Ejoy presenta un gioiello che coniuga la tradizione della murrina alla tecnologia degli smartwatch. L’esposizione spazia a livello di materiali e tecniche offrendo al visitatore una panoramica della giovane creatività. 

La presentazione dei gioielli antichi e dell'intervento di restauro sono curati da Alberta Facchi (Direttrice del Museo) e Federica Santinon (restauratrice), mentre la presentazione dei gioielli contemporanei è a cura di Lisa Balasso di Venice Design Week. 
 
La piccola esposizione fa parte della rassegna museale #EVASIONI, una serie di mostre iniziata a novembre 2016 con l’evento “…quattro salti nel tempo” e continuata con Coloratissimi incontri.
 
Co-organizzazione: 
Media partner: 
GioielloContemporaneo.it    
VicenzaJewellery.com 
Partner tecnico: 
Ninfea Bijoux 
CaPisaniHotel.it 
Attività Didattica 

Condividi questo articolo

facebook