attualita'

Stampa

TECNONOTIZIE 3

on .

nuove-tecnologieNUOVE TECNOLOGIE 3

a cura di Federico Bartolomei

Web e Copyright:
la grande scommessa  
  
Una pioggia di volantini digitali si abbatte sul parlamento europeo, un gioco? no, si tratta di un’iniziativa di attivismo digitale.
Il progetto, che prende il nome di Paperstorm, nasce da una campagna di un noto browser, che più volte si è schierato in difesa dei diritti di internet. 
 
In questo periodo, infatti, uno dei temi più scottanti tra i banchi di Bruxelles riguarda l’aggiornamento della legge sul copyright, considerata obsoleta.
Il processo di cambiamento potrebbe modificare radicalmente la nostra esperienza sul web in modo positivo, ma anche peggiorarla al punto di minare il concetto stesso di libertà creativa.
 
A questo proposito suscita molti dubbi la proposta riguardante gli upload filter per i quali molte piattaforme online sarebbero obbligate a monitorare ogni singolo file immesso nella rete. 
Ciò va, soprattutto, a discapito dei fruitori e creatori di contenuti che ogni giorno pubblicano, guardano e diffondono sul web opere letterarie, meme, disegni e video. 
mag-17 zero fourteen paper storm oh 1 
Ufficialmente questi filtri dovrebbero essere utilizzati per arginare l’upload illegale di film e musica che, molto probabilmente, non accadrà utilizzando questi metodi.
Lo stesso non si potrà dire per quella che Lawrence Lessig chiama cultura del remix che consiste nella rielaborazione di contenuti già esistenti da parte di creativi (ad esempio la maggior parte dei meme di internet derivano da sequenze di film, pubblicità
e video virali), una pratica che rientra nel mondo del fandom e che rischierebbe di scomparire.
 
Un secondo punto piuttosto centrale sta nel fatto che la condivisione e l’accesso alle informazioni online saranno ostacolati dall’introduzione di nuovi diritti connessi a favore degli editori.
 
Una delle caratteristiche più interessanti di internet sta proprio nella sua capacità di essere resiliente alle imposizioni che ne limitano la libertà.
Mentre in Turchia il governo ha oscurato Wikipedia, negando di fatto, l’accesso alle informazioni dell’enciclopedia online, semplici internauti e hacker percorrono nuove strade ed aggirano questi blocchi per far sì che l’informazione e internet stessa rimangano libere da dittature e spirali del silenzio.

Condividi questo articolo

facebook